Popular guidelines

Dove piantare le peonie?

Dove piantare le peonie?

Le piante di peonia si piantano in luoghi ben soleggiati oppure in mezza ombra, a seconda delle regioni. Hanno bisogno di spazio e non devono essere troppo vicine alle radici di altre piante.

Come curare la peonia in vaso?

In seguito solo tra marzo e giugno se non piove a sufficienza: il terreno deve rimanere sempre leggermente umido anche in piena estate ma non fradicio (attenzione ai ristagni a livello radicale). Sulle piante in vaso spruzzare acqua ogni sera sul fogliame, nel periodo caldo, per mantenere una corretta umidità locale.

Come e quando potare le peonie?

La potatura delle peonie arbustive può essere effettuata nel periodo novembre-dicembre e si svolge in tre fasi diverse. 1) Pulizia delle piante: da effettuare togliendo le parti che non daranno vita, nelle successive stagioni, a nuova vegetazione.

Quando si possono piantare le peonie?

Epoca di impianto. Il periodo migliore per piantare le peonie, sia a radice nuda sia in vaso, va da settembre agli ultimi giorni di novembre; piantando in autunno si permette alla peonia di sviluppare e ramificare il suo sistema radicale prima dell’inizio della ripresa vegetativa.

Come mantenere le peonie?

Fate respirare i fiori di peonia il più possibile, cambiando l’aria nella stanza spesso. Se non fa troppo freddo, la notte potete collocare i fiori in terrazza in un luogo riparato: il fresco notturno darà loro nuova vita.

Che terrà ci vuole per le peonie?

Il terreno più ospitale per le peonie è discretamente argilloso, ricco in humus, profondo, permeabile e ben drenato. Il pH ottimale può variare da sub-acido a leggermente alcalino: (6 -7).

Come dividere le peonie?

La divisione del cespo per le peonie erbacee Con le mani e l’aiuto di un coltello ben pulito e affilato, si separa il cespo in due o tre parti, ognuna costituita da almeno 2-3 radici e altrettanti germogli a livello del colletto.

Quando si pota la peonia Arborea?

Le Peonie arbustive non necessitano di alcuna potatura. qualora si rendesse necessaria una potatura contenitiva o estetica, si consiglia di potare immediatamente dopo la fioritura, poichè la pianta prepara in Agosto le gemme fiorali per la stagione successiva.

Come si coltivano le peonie?

Come coltivare le peonie

  1. Preferire terreni leggeri e di tipo alcalino.
  2. Prediligere ambienti ombrosi o a mezz’ombra nella messa a dimora.
  3. Aumentare l’intensità e la frequenza delle irrigazioni nel periodo che va dalla primavera all’inizio dell’autunno.
  4. Per i primi due anni di vita assicurare maggiori cure alla pianta.

Come conservare i fiori per sempre?

Metti un aspirina nell’acqua del vaso. Polverizza un’aspirina e aggiungila all’acqua dei fiori appena colti o appena tagliati e mescola delicatamente per lasciare disciogliere la polvere. Questo aiuterà i fiori a durare di più.

Qual è la migliore varietà di Peonia arbustiva?

Si tratta di una peonia arbustiva caratterizzata da un’infiorescenza bianca macchiata di porpora o rosa alla base. Una varietà molto apprezzata è quella della peonia rossa , tra queste la Sang Lorrain si differenzia un po’ rispetto le altre varietà perché ama prosperare in pieno sole.

Quando piantare le peonie in giardino?

Dopo circa 2 o 3 anni è quindi quasi sempre necessario cambiare il vaso originario sostituendolo con uno di maggiori dimensioni oppure piantando la pianta in giardino. Il periodo migliore per piantare le peonie, sia a radice nuda che in vaso, va da settembre agli ultimi giorni di novembre; piantando in autunno si permette alla peonia di

Come avviene la coltivazione delle peonie arbustive?

La coltivazione di questi fiori è piuttosto semplice. La moltiplicazione delle peonie arbustive può avvenire per innesto a spacco su radice di Paeonia lactiflora (erbacea) da fine agosto a fine settembre, utilizzando rami lignificati prodotti dalla pianta durante l’anno.

Quando crescono le peonie arboree?

Le peonie erbacee crescono quando il bocciolo viene piantato a una profondità di 5 cm. Le peonie arboree crescono meglio quando vengono innestate a una profondità di 10-15 cm, con almeno una punta dello stelo principale fuori dal suolo.

Share this post